La sorpresa


Come non adorare la vita quando ti accarezza in questo modo, senza il minimo preavviso?
La sorpresa ti lascia con gli occhi sgranati e il cuore aperto, le dita ballano sulla tastiera una danza sconclusionata.

Grazie Alessandra.

Anni di solitudine gli avevano insegnato che i giorni, nella memoria, tendono a uguagliarsi, ma che non c' un giorno, neppure di carcere o d'ospedale, che non porti una sorpresa, che non sia, controluce, una rete di minime sorprese.

(J.L. Borges)



Articolo tratto da: Marco Segato - http://marcosegato.altervista.org/
URL di riferimento: http://marcosegato.altervista.org/index.php?mod=none_News&action=viewnews&news=1251849810