Blog ma non troppo

Ma che bella sorpresa!
Appena terminata la lettura, mi sono dovuto fermare un attimo: travolto e sopraffatto dal vortice della storia di Maria Luisa, ho sospirato nel vuoto per un minuto, e subito la voglia di leggerlo di nuovo ha avuto il sopravvento.
E' una storia di fili invisibili che uniscono storie e persone, luoghi e tempi: prima aiutano Maria Luisa a ritrovare se stessa e le proprie radici, ma poi, come una matassa che viene sapientemente riavvolta da mani fatali, le si stringono intorno accompagnandola consapevolmente verso ciò che è ed è stato. Il tutto in una Lecce sontuosa nei colori e nei profumi, percepiti in ogni angolo delle sue mura bianche, stanche, sferzate dalla storia.
Ciò che colpisce maggiormente è l'intensità crescente con cui il lettore prende confidenza con la protagonista, pagina dopo pagina la sente sempre più vicina, ne percepisce i pensieri e le tensioni, la immagina in uno spazio vivo, quotidiano. Nei primi capitoli del libro ho pensato che l'autrice avrebbe potuto approfondire meglio quel profilo psicologico, raccontare qualcosa in più riguardo la sua vita e i suoi affetti; ma dopo l'ultima pagina mi sono felicemente ricreduto perché Maria Luisa mi è entrata nel cuore, e mi è stato concesso di scoprire quel vuoto che l'accompagnava con la giusta empatia.
Un libro che ti fa sentire la mancanza dei suoi personaggi è prezioso, magia rara.

Le mie note dal libro...

Continua a leggere...

Bello.
C'è un verbo utilizzato in questo libro che è meraviglioso: "rac-cantare". L'idea del racconto attraverso la musica, la poesia dei sentimenti, sono quanto di più classico e puro ci possa essere.
Ma è la fantasia a salvare questa storia dalla banalità: il lettore è stimolato moltissimo all'immaginazione, i luoghi ed i personaggi sono i perfetti compagni di viaggio per una favola che educa all'amore.
Né Dino Buzzati (come detto dall'autore), né tanto meno Paulo Coelho (come sostengono i detrattori di questo libro); io ci ho trovato la freschezza dello Stefano Benni di "Elianto".
Fantasia al potere.

Le mie note dal libro... (iscrivetevi ad aNobii!!)

Continua a leggere...

Il layout standard di Flatnuke è sempre stato quello storico di tutti i nuke in circolazione: una serie di blocchi ai lati destro e sinistro, un messaggio di benvenuto nella parte centrale in alto e, sotto questo, lo sviluppo delle notizie pubblicate.
Alcuni temi permettono di superare parzialme...

Continua a leggere...

Pane e tempesta - Stefano Benni

29/01/2010 0 minutes

C'è che io i libri di Benni li comprerei anche solo per scoprire i nomi di tutti i personaggi che ogni volta si inventa. Poi leggo queste storie magnifiche e trovo modo di ragionare su come stiamo consapevolmente uccidendo il mondo. Speriamo nei bambini, e in chi ha la grande capacità di avere un cuore come quello che hanno loro.

Le mie note dal libro... (iscrivetevi ad aNobii!!)

Continua a leggere...

Quando ho finito di leggere l'ultima pagina ed ho chiuso il libro accarezzandone a lungo la copertina, ho percepito quella netta sensazione di pienezza e di compimento che solo le grandi storie ti sanno offrire.
Assaf e Tamar sono due ragazzi che, spinti dall'inconsapevolezza dell'adolescenza, affrontano senza risparmio le difficoltà di una Gerusalemme quasi sempre in ombra.
Ma la vera protagonista di questa storia è la forza che sorregge costantemente i due, che si trasforma di volta in volta, e che li accompagna fatalmente al loro destino. Ed è un piacere da leggere perché infonde fiducia in noi lettori: ci fa recuperare la speranza che, con la costanza e l'impegno, alla fine si riesca a godere dei beni più grandi. Come l'amicizia, come l'essere fratelli, come il silenzio, come le rughe, come l'arte, come la giustizia, come la verità. Come l'amore.
David Grossman ha il pregio di penetrare questi misteri e dimostrarci che anche i ragazzi possono ribaltare un mondo: un libro da far leggere nelle scuole, e da consigliare a tanti adulti.

Le mie note dal libro... (iscrivetevi ad aNobii!!)

Continua a leggere...

Torno a scrivere di Flatnuke dopo tantissimo tempo: gli impegni sono sempre di più e il tempo da dedicare sempre meno, ma ogni tanto - grazie a formidabili amici - accade che si riaccenda il fuoco della programmazione e si torni a produrre giorno e notte righe sconfinate di codice. Per il puro piace...

Continua a leggere...

La sorpresa

02/09/2009 0 minutes

Come non adorare la vita quando ti accarezza in questo modo, senza il minimo preavviso?
La sorpresa ti lascia con gli occhi sgranati e il cuore aperto, le dita ballano sulla tastiera una danza sconclusionata.

Grazie Alessandra.

Anni di solitudine gli avevano insegnato che i giorni, nella memoria, te...

Continua a leggere...



Base di pasta frolla con farina integrale biologica.

Farcia:
120g di burro
150g di zucchero di canna
2 uova
120g di mandorle macinate
20g di farina
1 cucchiaio di cacao amaro
un pizzico di cannella
150g di cioccolato fondente
450g di albicocche

Un bacio grande alle persone che mi hanno regalato il l...

Continua a leggere...

Sfasato

08/07/2009 0 minutes

Quelle mattine che la sveglia vive uno squillo in più rispetto al solito.
Quelle mattine che pucci troppo a lungo il tuo biscotto preferito, e questo decide di spezzarsi e suicidarsi nel latte.
Quelle mattine che apri l'armadietto del bagno e scopri il dentifricio tutto schiacciato nella parte di me...

Continua a leggere...

La mia banca NON è differente

18/04/2009 0 minutes

Ricevuto oggi:

Oggetto: proposta di modifica unilaterale di contratto

Gentile cliente,
alla luce dell'andamento dei mercati finanziari e della progressiva riduzione dei tassi di interesse, Le comunichiamo la seguente "proposta di modifica unilaterale di contratto" per le condizioni di conto corrente...

Continua a leggere...

Pensieri sparsi di una serata

17/04/2009 0 minutes

Sfilo con la macchina lungo il parco del Valentino a Torino, e vedo un sacco di persone che fanno jogging: sono belle ed in forma, con le guance rosse dalla fatica ma di una stanchezza piena di soddisfazione.
Poi penso che appena prima di uscire di casa mi sono divorato mezza robiola di Roccaverano...

Continua a leggere...

Il fascino della cucina bio

29/03/2009 0 minutes

Stasera ho preparato una crema di cereali e verdure da agricoltura biologica: orzo, maggiorana, patata, carota e sedano rapa.
Le reazioni dei commensali:

Manca sale.
Ma c'è dell'anice dentro?
Posso aggiungerci almeno un po' di crostini di pane?
Puzza di grano!

DUEEUROEDIECICENTESIMI la bustina da 80...

Continua a leggere...

Oggi ho approfittato di questa giornata di sole per andare a trovare L., non potevo più rimandare: siamo all'8 del mese, e già non ha più nemmeno un euro in tasca.
Mi dice "Marco, se io potessi sollevarmi da questa situazione con le braccia, con il lavoro, dimenticherei i miei 84 anni e striscerei p...

Continua a leggere...

5:30 - sveglia e prima ricognizione oltre le fessure della persiana per valutare la quantità di neve presente
5:55 - scambio di sms con la collega, si decide di partire ugualmente dato che la situazione non è malaccio
6:15 - partenza in macchina, tanto questa è una piccola città e la strada può solo...

Continua a leggere...

La lettura è scivolata via veloce come la macchina dei protagonisti sul lungomare: le atmosfere e i profumi della città sono dipinti con maestria, i personaggi sono credibili e dai tratti ben distinti, i ricordi affiorano davvero come immagini cinematografiche.
Unico appunto che mi sento di fare, ri...

Continua a leggere...